PUGLIA

A.P.Ri. - Associazione Pugliese Rilancio ONLUS

Indirizzo Sede Operativa
Contrada Reddito, snc
70028 Sannicandro di Bari (BA)
Indirizzo Sede Legale
Via Amendola 149
70124 Bari
Indirizzo Sede Amministrativa
Via Kennedy 148
70028 Sannicandro di Bari (BA)
Anno di Costituzione
1986
Presidente  Costanza Placido
Vice Presidente  Giuseppe Lonero
Contatti
Tel/Fax Sede legale: 080.633569
Tel/Fax sede operativa: 080.633157
sede operativa: 377.6807700
Presidente Costanza Placido, primi colloqui: 329.0124247
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Web: www.aprionlus.com

L'A.P.Ri.  - Associazione Pugliese Rilancio Onlus - ha lo scopo di promuovere nell’ambito del territorio della Regione Puglia attività di recupero e prevenzione della tossicodipendenza e del disagio giovanile in genere. Si rifà alla filosofia del Progetto Uomo che pone l’uomo al centro di un intervento multidisciplinare accogliendolo nella sua fragilità e nel suo disagio esistenziale che esprime nell’affrontare la quotidianità della vita. È un programma educativo personalizzato che integra tra le necessità e i bisogni di ciascuno. L’idea di realizzare a Bari una struttura di recupero, si concretizza l’11 gennaio 1986 ad opera di un gruppo di volontari guidato da un sacerdote salesiano, Don Francesco Maiorano. Agli inizi del 1987 si accolgono presso le sedi di Bari i primi ospiti nella prima fase del programma denominata “Accoglienza semi-residenziale” e alla fine dello stesso anno nasce a Sannicandro di Bari la seconda fase del programma, la “Comunità Don Bosco”. Nel 1988 a Modugno (Ba) si realizza la terza fase del programma terapeutico, il “Reinserimento Sociale”. Le altre date da ricordare: • il 28 settembre 1990, in attuazione del d.p.r. n. 546, l’associazione viene iscritta all’albo regionale provvisorio degli enti ausiliari, ex d.p.r. n. 309 del 9 ottobre 1990, art. 115 e 116 • il 25 febbraio 1990, con decreto del ministero della giustizia l’associazione viene riconosciuta come comunità terapeutica per l’esecuzione penale esterna degli imputati tossicodipendenti • nel 2008 l’associazione viene iscritta all’albo regionale degli enti ausiliari con determinazione del dirigente settore assistenza territoriale e prevenzione del 6 agosto 2008 n. 241 • convenzione sottoscritta con la ex ba/10 in data 14 giugno 1991 prorogata dalla ex ba/4 in data 20 giugno 1997 fino alla definitiva iscrizione nell'albo regionale definitivo avvenuta in data 6 agosto 2008 con determina n. 241 • convenzione tra azienda sanitaria locale bari deliberazione numero 0628 del 08/04/2014 (rinnovata nel febbraio 2015) • individuata dal ministero della giustizia con decreto del 7 giugno 2000 (pubblicato nella gazzetta ufficiale n. 17 del 22 febbraio 2001) ai fini dell’affidamento degli imputati tossicodipendenti in regime di arresti domiciliari • ritenuta idonea per ospitare soggetti tossicodipendenti con doppia diagnosi.
SERVIZI PER LE DIPENDENZE
ACCOGLIENZA E COMUNITÀ “DON BOSCO” - C.da reddito, snc, 70028 Sannicandro di Bari (Ba) - Adulti e Minori (in prossimità della maggiore età) - 30 posti residenziali - 10 posti semi- residenziali
GIOCO D’AZZARDO E FAMILIARI gruppi di auto - mutuo aiuto; Tel. 3387394602 - 3386131703
COOPERATIVE SOCIALI
COOPERATIVA SOCIALE “IL GIRASOLE” Via Kennedy, 148 - 70028 Sannicandro di Bari (Ba) - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

StampaEmail

“La nostra Federazione, i nostri Centri sono la storia di un “molo” che diventa un “porto” in cui anime ferite approdano, per poter trovare rifugio, ritrovare forza, rifocillarsi, accarezzando ed afferrando la speranza, per poi ripartire. Luoghi del cuore. Porti che fanno sentire a tutti il bisogno di terraferma, ma che rendono irresistibile il richiamo del mare. E prendere il largo, sempre. Per essere non solo accanto ai poveri, ma dalla parte degli ultimi, sempre! Perché l’amore non è mai neutrale,è esigente ed implacabile. Dà la vita per la verità, e la verità è l’Uomo.”

"Partiamo dal presupposto che nessuno è irrecuperabile e che ogni uomo è sempre portatore di enormi potenzialità. Occorre partire da questo per predisporre qualsiasi piano di contrasto alle dipendenze che possa avere un’efficacia reale e misurabile."

"La scelta di una presa in carico totale della persona e non solo del suo problema, di una condivisione non asettica delle sue sofferenze ma anche di una valorizzazione reale dei suoi talenti, possibile solo con un percorso comune, fedeli alla scelta di specchiarsi nell'altro, come recita la nostra filosofia, anche quando lo specchio è incrinato o deformante."