Cosenza

CENTRO DI SOLIDARIETÀ “IL DELFINO” S.C. SOCIALE A R.L.

Indirizzo Sede Principale
Via Mortati, 1
87100 Cosenza
Anno di Costituzione
1986
Presidente
Renato Caforio
Contatti
Centr. Tel. 0984.482729
Fax 0984/31685
Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nei primi anni ‘80 la crescente diffusione del problema droga interessa anche i giovani della città di Cosenza, dove gli interventi sono sporadici o del tutto inesistenti. Ciò induce una mobilitazione di un gruppo di professionisti e di volontari che, col sostegno della Diocesi Cosenza-Bisignano, si attivano per dare una risposta concreta al problema. Viene contattato Don Mario Picchi, e, dopo un periodo di formazione presso il Ce.I.S. di Roma, il 7 gennaio 1987 viene avviato un Centro di Accoglienza in città. In breve tempo, grazie anche all'azione di un gruppo sempre più numeroso di volontari, il Centro di Solidarietà “Il Delfino” promuove una vasta opera di sensibilizzazione sul fenomeno droga in provincia. Negli anni successivi vengono gradualmente potenziati i servizi socio-riabilitativi ed attivate numerose altre attività. La formazione, la ricerca e la sperimentazione divengono gli elementi chiave dell'impegno de “Il Delfino” in campo sociale.
SERVIZI PER LE DIPENDENZE
COMUNITA' TERAPEUTICA - RIABILITATIVA PER LE TOSSICODIPENDENZE "EDEN". Il servizio erogato incide su una serie di criticità connesse ad una condizione di dipendenza da sostanze stupefacenti in fase attiva, ossia: bassi livelli di qualità della vita; - carico pesante di sofferenza, non da ultimo per le famiglie; - infezione da HIV e/o patologie di altra natura; - possibilità di overdose; - rischi di cronicizzazione, istituzionalizzazione. Destinatari: massimo 22 persone con problemi di dipendenza. Sede operativa: C/da Spina - 87040 Castiglione Cosentino (CS) - Tel/Fax: 0984.401471 - Resp.le Salvatore Monaco.
SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI E SANITARI
PSICHIATRIA - “Lucia Mannella” - Residenziale, accreditata con il Servizio Sanitario Regionale della Calabria -  Massimo 10 pazienti caratterizzati da ridotte capacità di vita autonoma e che necessitano di un supporto per le attività della vita quotidiana -  Sede: Via Fontana - 87030 Malito (CS) - Tel/Fax 0984.968891. Resp.le Salvatore Varcasia 
RESIDENZA PER L'ESECUZIONE DELLE MISURE DI SICUREZZA (REMS) "GIUSEPPE GRANIERI" - Unica residenza per le misure di sicurezza aperta in Calabria gestita dal Centro di Solidarietà il Delfino in collaborazione con l'Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza. Ospita 20 pazienti provenienti in parte dagli ex-opsedali Psichiatrici Giudiziari e in parte destinatari di misure provvisorie. Pur accogliendo persone con misure restrittive autori di reato, è una residenza psichiatrica di tipo socio-sanitario.
SERVIZI PER MINORI
S.P.R.A.R. MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI - “La Contea" Mendicino (CS). Massimo n. 12 minori stranieri non acc. - Servizio Residenziale - Sede: Via O. Greco, Mendicino (CS) - Tel/Fax: 0984.630428 - Resp.le Renato Caforio S.P.R.A.R. MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI -  "Barbalbero" Celico (CS) - Massimo n. 10 minori stranieri non acc. - Servizio Residenziale - sede: Via Gelseto n. 38, Celico (CS) - Tel/Fax: 0984.435368 - Resp.le Salvatore Varcasia
S.P.R.A.R. MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI -  "Gran Burrone" Pedace (CS) - Massimo n. 10 minori stranieri non acc. - Servizio Residenziale - Sede: Via San Domenico, Pedace (CS) - Tel./Fax: 0984.437798 - Resp.le Pietro Spadafora

SERVIZI PER CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI ASILO  CENTRO DI ACCOGLIENZA STRAORDINARI - "Ulisse" - "Paolo Freire" - "Itaca" - "Ulisse", "Penelope" - prima accoglienza - Sede: Via Enrico de Nicola, Castiglione Cosentino (CS) - Tel/Fax 0984.837811 - Resp.le Pietro Spadafora CENTRO DI ACCOGLIENZA STRAORDINARI "Hobbit" e "Due Torri" - prima accoglienza - Sede: Via del Millenario, 62/64 Dipignano (CS) -  Tel/Fax: 0984.26019 - Resp.le Rodolfo Andrioli S.P.R.A.R. CATEGORIA ORDINARI  - "La terra di mezzo" - può ospitare sino a 20 richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale o umanitaria.

StampaEmail

“La nostra Federazione, i nostri Centri sono la storia di un “molo” che diventa un “porto” in cui anime ferite approdano, per poter trovare rifugio, ritrovare forza, rifocillarsi, accarezzando ed afferrando la speranza, per poi ripartire. Luoghi del cuore. Porti che fanno sentire a tutti il bisogno di terraferma, ma che rendono irresistibile il richiamo del mare. E prendere il largo, sempre. Per essere non solo accanto ai poveri, ma dalla parte degli ultimi, sempre! Perché l’amore non è mai neutrale,è esigente ed implacabile. Dà la vita per la verità, e la verità è l’Uomo.”

"Partiamo dal presupposto che nessuno è irrecuperabile e che ogni uomo è sempre portatore di enormi potenzialità. Occorre partire da questo per predisporre qualsiasi piano di contrasto alle dipendenze che possa avere un’efficacia reale e misurabile."

"La scelta di una presa in carico totale della persona e non solo del suo problema, di una condivisione non asettica delle sue sofferenze ma anche di una valorizzazione reale dei suoi talenti, possibile solo con un percorso comune, fedeli alla scelta di specchiarsi nell'altro, come recita la nostra filosofia, anche quando lo specchio è incrinato o deformante."